Il Softair: mix perfetto di emozione e natura

Oggi la produzione di Ecosphere si concentra principalmente sulla produzione di BBs per il softair, disciplina elevata a sport con la denominazione di Tiro Tattico Dinamico con il riconoscimento ufficiale da parte del Coni.

Normativa italiana ASG

  • Parlare di normativa italiana e di ASG è una contraddizione in termini, poichè non esiste una legge italiana che parli delle Air Soft Gun (ASG), i nostri giocattoli, ma esistono una serie di circolari e di sentenze della Cassazione che hanno cercato di fare chiarezza. Non sempre ci sono riuscite, ma grandi passi in avanti sono stati fatti.

  • Questi punti sono il frutto della consultazione di siti autorevoli, la rivista Soft Air Adventures, la legislazione in materia, un Avvocato che segue questa specifica materia e il Catalogo Nazionale, presso cui si riunisce mensilmente la Commissione Consultiva per il Controllo delle Armi (contattato con l'aiuto di Airsoftnews).

  • Precisiamo che questa sezione non vuole essere una sostituzione della normativa in materia, ma semplicemente un riassunto. Alla Festa Nazionale di Soft Air, si discuterà come applicare lo stesso metodo di rilevazione della potenza delle ASG a livello nazionale. Inoltre si sta lavorando per ottenere una comunicazione ufficiale della Commissione Consultiva che ci indichi come procedere. Al momento le metodologie applicate dal CoReVe e dall'ASNWG sono a norma di legge (utilizzano la stessa procedura), pertanto fanno testo per i rispettivi iscritti.

  • La legge divide la Classificazione di Armi in tre categorie. Le nostre ASG, sono per la legge considerate armi e vengono sottoposte a tutti gli esami a cui vengono sottoposte le armi normali.

  • 1a CATEGORIA
    Armi non offensive devono avere una potenza al di sotto di 1 Joule. I dispositivi possono essere venduti in qualsiasi negozio. Non sono comunque considerati "giocattoli" e devono seguire un iter burocratico molto simile a quello a cui sono sottoposte le armi vere. Possono sparare a colpo singolo o a raffica.

  • 2a CATEGORIA
    Armi di limitata capacità offensiva. Questa seconda categoria è stata creata per adeguarsi alla Normativa Europea. La potenza deve essere compresa tra 1 Joule e i 7,49 Joule. L'arma è di libero acquisto, non deve essere denunciata, ma può essere venduta solo in armeria e a maggiorenni. Inotre detta arma non può sparare a raffica. Questa categoria ha liberalizzato la vendita delle armi ad aria compressa con cal. 4,5 mm. La normativa spiega che l'uso di dette armi, va fatto solo in zone controllate (vedi poligoni nazionali) e non possono essere usate contro animali e tanto meno contro persone.

  • 3a CATEGORIA
    Armi in questa categoria sono comprese le armi vere quali pistole, fucili da caccia, ecc. Hanno una potenza dai 7,5 Joule in poi. Non possono sparare a raffica. In commercio esistono versioni civili delle armi da guerra, ad esempio il Colt M16 A2 o l'XM177, ma non possono sparare a raffica, hanno lo stesso calibro delle armi militari e i caricatori sono limitati a 10 colpi.